Diplomacy 2011 – Dalla partnership italo-africana nascono opportunità di business

Diplomacy 2011_Simone Santi e Liliane Murekatete

Partnership italo-africana ed opportunità di business. A Roma si confrontano l’On. Urso, il Ministro Henri Djombo ed il Console Santi.

Il continente africano come risorsa, e non come peso, è stato il tema della tavola rotonda tenutasi nello scenografico Teatro di Adriano, in  Piazza di Pietra a Roma, a cui hanno preso parte esponenti del mondo politico, economico e sociale italiano ed africano. “E’ assolutamente necessario cominciare a guardare a tutti i 55 Paesi africani come realtà dinamiche, superando l’immagine di un unico territorio povero abitato da una popolazione impreparata.

Diversi Paesi africani possono e debbono essere integrati nelle nuove dinamiche di sviluppo economico e sociale dell’Europa, ed in particolare dell’Italia” ha evidenziato con enfasi Simone Santi, CEO della Leonardo Business Consulting e Console Onorario del Mozambico in Italia “L’Africa è un territorio fertile ed aperto ad investitori ed imprenditori stranieri, dove nascono quotidianamente occasioni di business”.

Di fronte ad un continente che sta crescendo a ritmi vertiginosi e spesso non riportati dai media italiani, la necessità di una partnership italo-africana e di un’attenzione allo sviluppo di adeguate relazioni economiche e politiche è stato rilanciato anche dall’Onorevole Adolfo Urso, Presidente della Fondazione Fare Futuro. “E’ doveroso e possibile guardare all’Africa” ha sottolineato Urso “perché nei prossimi 20 anni le imprese europee ed italiane vi troveranno le stesse caratteristiche favorevoli che hanno riscontrato in un recente passato nell’Est europeo”.

Henri Djombo, Ministro del Congo Brazzaville, ha ribadito come l’Africa stia compiendo grandi e sottovalutati progressi, migliorando il livello di vita della propria popolazione e sviluppando una sempre maggiore attenzione verso le tematiche della sostenibilità ambientale ed energetica. Il ruolo del continente africano nella fornitura di energia a livello mondiale è ormai strategico, in uno scenario che vede tuttavia ancora ampie potenzialità non sviluppate, in particolare nei settori delle energie rinnovabili  (solare, eolico, idrico e dei biocombustibili).

“Per aiutare lo sviluppo dell’Africa e farne emergere correttamente tutte le potenzialità intrinseche bisogna lanciare una cooperazione efficiente tra sud e nord del mondo, rispettando le differenze reciproche e guardando al mondo africano come ad un ricco bacino di cultura, storia, conoscenze e ricchezze” ha chiuso Simone Santi.

Nella foto in allegato:

  • Il Console Onorario del Mozambico Simone Santi e la rappresentante della Presidenza del Consiglio per l’Africa Liliane Murekatete
Fonte: Consolato del Mozambico a Milano11 ottobre 2011

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: