In Africa cresce una pianta miracolosa

Una pianta tropicale, la Moringa, coltivata in Sierra Leone è considerata dagli esperti una miniera di sostanze nutritive e fonte di salute.

Originaria dell’India, e ora coltivata in un paese povero e martoriato, la Moringa oleifera è una pianta che pare possedere molte virtù benefiche, che hanno un risvolto anche sociale. In Africa, infatti, svolge anche il ruolo di “albero della vita” – così come è stata battezzata – perché il suo uso si sta pian piano rivelando fondamentale per prevenire malattie, malnutrizione e povertà, in un Paese dove tutte queste situazioni sono endemiche. Ma, la Moringa, può essere utile anche a chiunque, nel resto del mondo, voglia beneficiare delle sue sostanze per il proprio benessere.

Che sia sovrastimata o meno, fatto sta che il presidente della Sierra Leone, Ernest Koroma, la assume regolarmente sotto forma di olio – una delle molte forme di preparazione. E, in una recente intervista all’AFP  il ministro dell’Agricoltura Sam Sesay ha descritto la Moringa come «la pianta più nutriente sulla Terra, e ogni sua parte ha valori nutrizionali e medicinali che hanno la propensione a curare oltre 300 malattie, tra cui ipertensione e diabete».

Il presidente dell’Associazione locale per la Moringa, ha ironizzato sulle proprietà di questa pianta affermando che potrebbe mandare in pensione i medici, i quali, per fortuna, sorridendo hanno replicato che il valore della pianta è considerevole e che qualsiasi rimedio, anche naturale, che possa aiutare la professione medica nella lotta alle malattie merita una considerazione.

E un qualcosa che possa essere d’aiuto in un Paese dove secondo i dati delle Nazioni Unite circa il 70 per cento delle persone vive con meno di un dollaro al giorno, e solo un bambino su quattro arriva al suo quinto compleanno, non può che essere il benvenuto.

Nonostante la storia della Moringa e di come sia arrivata in Africa sia contornata da leggende, ora si sta diffondendo la sua coltivazione e questo è quello che conta.

L’Ufficiale del Distretto Forestale, Fomba James, che vanta un’esperienza decennale in fatto di erbe descrive la Moringa come un vero e proprio «concentrato di valori nutrizionali», e prosegue in un intervista all’AFP, sottolineando che la pianta «contiene sette volte la vitamina C che si trova nelle arance, quattro volte il calcio contenuto nel latte, quattro volte la vitamina A delle carote e tre volte il potassio delle banane».

Se è davvero così, bisognerebbe iniziare la coltivazione anche qui in Italia per poter beneficiare di queste proprietà. Se, invece, si vuole aiutare le popolazioni in difficoltà, si potrebbe acquistare importandola dai produttori africani.

Fonte: La Stampa.it20 settembre 2011

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: