Libia: è partita la missione italiana in Tunisia per assistere i profughi

Maxi sbarco nella notte

L’Italia fa le sue mosse sul fronte dell’emergenza profughi in nord Africa, che sta prendendo sempre piu’ forma dopo lo scoppio della crisi libica e da’ il via ad una missione umanitaria in Tunisia, paese confinante con la Libia. Nel corso del vertice di ieri sera a Palazzo Chigi presieduto da Silvio Berlusconi e’ stata messa a punto una missione che comincera’ entro le prossime 48 ore, per fronteggiare gli eventuali esodi dal paese di Tripoli.

In Tunisia si recheranno la Croce Rossa, la Protezione civile, i Vigili del fuoco (protetti ovviamente da militari) e verra’ costruito un campo profughi per dare assistenza a coloro che scapperanno dalla Libia. L’iniziativa italiana, ha chiarito comunque ieri sera il ministro dell’Interno Roberto Maroni, avra’ come obiettivo anche quello di impedire che i profughi partano in direzione dell’Italia e dell’Europa piu’ in generale.

La missione umanitaria italiana, che avra’ uno stanziamento iniziale di 5 milioni di euro, prende forma davanti alle informazioni che arrivano dal fronte libico, dalle quali emerge che le rivolte contro Gheddafi hanno spinto verso la Tunisia – altro Paese dell’area oggi caratterizzato da una forte instabilita’ politica e sociale – circa centomila persone, alle quali il paese africano non e’ in grado di dare ospitalita’. L’Italia stima di poter assistere almeno 10 mila profughi.

Nel corso della riunione di ieri Berlusconi ha chiamato il premier britannico David Cameron per informarlo dell’iniziativa italiana e per trasmettergli l’auspicio che altri Paesi possano unirsi alla missione.

MARONI: NEL PAESE 1,5 MLN DI CLANDESTINI POTREBBERO ARRIVARE IN EUROPA

”Stimiamo che in Libia ci siano almeno un milione e mezzo, qualcuno stima anche 2 milioni, di clandestini”. Lo ha detto il ministro dell’Interno, Roberto Maroni nell’audizione alla Camera davanti alle Commissioni riunite Affari costituzionali e Affari esteri sui recenti sviluppi della situazione nel Mediterraneo. I clandestini, ha spiegato Maroni, ”sono entrati in Libia per l’incapacita’ della Libia di controllare i confini a Sud nel deserto” e ”stavano in Libia tollerati”. ”La crisi libica – ha proseguito Maroni – sta inducendo queste persone ad andarsene verso est e ovest.

Nessuno sta prendendo la direzione sud cioe’ verso il deserto per tornare ai paesi d’origine. Mi aspetto che non appena la situazione lo consentira’, riprenderanno la direzione nord attraversando il Mediterraneo per venire Europa”. ”E’ uno scenario tra i peggiori possibili – ha sottolineato Maroni – che prevede movimenti forse di 200 mila persone in fuga dalla guerra che cercano riparo dove e’ possibile. La chiusura del confine tra Libia e Tunisia accentua questo rischio, quindi noi ci stiamo preparando a subire un impatto senza precedenti sulle nostre coste dovuto a quello che sta avvenendo in questi Paesi”.

350 TUNISINI SBARCATI NELLA NOTTE A LAMPEDUSA

Quasi 350 immigrati clandestini tunisini sono sbarcati nella notte a Lampedusa. Lo riferisce la guardia costiera, precisando di aver ”scortato” un battello di ”34

7 persone, tra cui quattro donne”. I clandestini sono stati trasferiti al centro d’identificazione dell’isola. Da circa una settimana, a causa del maltempo, non arrivavano immigrati a Lampedusa.

Fonte: ASCA2 marzo 2011

2 Risposte

  1. E’ prevista la missione all’estero anche per la guardia costiera italiana? e’ stato gia’ deciso qualcosa? c’e’ qualcosa di ufficiale? Grazie

    • Se si eccettua l’invio della motonave Flaminia che risale alla settimana scorsa, non ho notizie specifiche aggiornate. Continua a leggerci. 😉

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: