Africa-Italia – Scenari migratori

Africa-Italia, scenari migratori

Storie di viaggi, di uomini e di donne, di speranze, di accoglienza e di integrazione. Questi i temi narrati nei 70 capitoli di ”Africa-Italia, scenari migratori”, il libro pubblicato a Napoli, che raccoglie e integra gli studi illustrati al convegno organizzato da Caritas e Migrantes a Praia (Capo Verde) lo scorso anno.

Ottanta autori hanno dato vita a una summa delle migrazioni africane e dei rapporti di cooperazione, come si legge nella prefazione. Nella prima parte, l’Africa e’ presentata nella complessita’ delle sue varianti economiche, demografiche, universitarie, cooperative e migratorie degli Stati che lo compongono. Nelle altre tre macro sezioni, sono trattate le tipologie dei rapporti tra quel continente e l’Italia.

Un contributo importante, per rendere giustizia a quella che in passato e’ stata definita l’Africa ’s-comunicata, cioe’ una terra percepita solo attraverso la rappresentazione dei mezzi di comunicazione, quasi sempre sulla base di notizie negative.

Nelle 450 pagine trovano spazio le ricostruzioni storiche degli schiavi partiti da Capo Verde per l’America e le storie di poverta’ e degrado degli africani a San Nicola Varco, una frazione in provincia di Salerno tristemente nota per le condizioni disumane nelle quali sono costretti gli extracomunitari che lavorano nei campi. C’e’ anche una mamma Africa che racconta la fiaba di Cenerentola nella versione di una schiava egiziana.

Fonte: L’impronta L’Aquila10 gennaio 2011

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: