Dalla Romagna al Kenya, il vino della solidarietà

Dal Sangiovese di Romagna doc ‘nasce’ l’acqua per una regione del Kenya flagellata da un’aridità perenne. La lodevole iniziativa di solidarietà, che vede protagonista in modo così deciso un vino dell’Emilia Romagna e lo lega a uno dei problemi più significativi dell’umanità, cioè l’acqua, è quasi un miracolo al contrario: dal vino all’acqua.

Il “miracolo” è ideato dalla CEFA onlus, organizzazione nazionale (con sede a Bologna), attiva in progetti agronomici di sviluppo nel terzo mondo, e la Cantina di Cesena, con 610 soci coltivatori per una produzione totale di oltre 70.000 ettolitri di vino.

La Cantina Sociale di Cesena destinerà 60 centesimi come donazione al CEFA per ogni bottiglia venduta di un Sangiovese di Romagna superiore doc 2007 appositamente prodotto.

Il ‘seme della solidarietà’ nel mondo del vino è stato presentato a Cesena da Tiberio Rabboni, assessore all’agricoltura della Regione Emilia Romagna, Giovanni Beccari, responsabile raccolta fondi del Cefa ed Emilio Monti, presidente della Cantina di Cesena. L’assessore ha sottolineato che “l’iniziativa esprime felicemente il ruolo della cooperazione emiliano romagnola come fattore di modernizzazione e di trasmissioni di valori, come appunto la solidarietà. Un piccolo progetto con un grande significato, dunque, che delinea una prospettiva su tre grandi temi di attualità in agricoltura: la valorizzazione dei prodotti del territorio, la ricerca di opportunità di visibilità per i prodotti stessi, la solidarietà”.

A beneficiarne, grazie all’impegno di agronomi e tecnici volontari, saranno gli abitanti di Kiahia,  che costruiranno un acquedotto di 21 km capace di dare acqua a 12.000 persone. Come spiega Giovanni Beccari, “seminare la speranza” è un imperativo. Oltre a fornire l’acqua da bere, l’opera consentirà di dare ossigeno alla magra agricoltura locale di sussistenza. Da notare, inoltre, che anche in questo caso l’approccio organizzativo del CEFA prevede il coinvolgimento attivo delle popolazioni locali nella realizzazione dei progetti e non la mera elargizione di fondi. Con opere e infrastrutture che rimarranno funzionanti anche dopo la partenza dei volontari.

Il ‘vino della solidarietà’ è in uscita sul mercato a partire da ottobre con circa 10.000 bottiglie (con un obiettivo di altre 10.000 nei prossimi mesi) con un’etichetta propria, ben riconoscibile. Vinificato completamente in acciaio, è un Sangiovese espressione di tipicità territoriale (prevalentemente, da uve di appezzamenti della collina cesenate) e di tradizione. E’ armonico, fine e di piacevolezza immediata, grazie a una freschezza-acidità che non penalizza affatto la fruttuosità. Esprime caratteristiche sensazioni di viola, di piccoli frutti rossi maturi, mora in particolare, nell’ambito di una struttura adeguata ma non prevaricante: ideale quindi per le specialità territoriali, a tutto pasto, ma anche con carni più importanti.

Il Sangiovese viene commercializzato dalla Cantina di Cesena tramite la normale attività commerciale oltre che con la vendita diretta presso il punto aziendale nella sede della cantina. Lo stesso Cefa, in occasione di fiere (ultimo in ordine cronologico, il Salone del Gusto-Terra Madre di Torino appena concluso) e manifestazioni promozionali promuoverà e venderà il vino, e lo utilizzerà anche per la regalistica aziendale.

Per info e dettagli, cliccate qui.

Fonte: Ti Guido

Autore: Silvia Donnini

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: