Il sogno di Pelé: ”Una squadra africana in finale a sfidare il Brasile”

Johannesburg, 10 Giu. (Adnkronos) – Il Brasile in finale ai Mondiali contro una nazionale africana. E’ il sogno di Pelé alla vigilia dell’inizio della rassegna iridata in Sudafrica. “Spagna e Brasile hanno le squadre migliori, ma è difficile indicare una favorita”, dice O Rei in un’intervista al tabloid britannico ‘Mirror’. “Mi piacerebbe vedere il Brasile in finale contro un’africana”, aggiunge l’ex stella della nazionale ‘verdeoro’. “Conosco bene l’Africa e e non ho dubbi che sarà un grande Mondiale, bene organizzato e molto emozionante.

Servirà il migliore Brasile per vincere, sarà dura ma la squadra di Dunga può farcela”, prosegue il brasiliano, che elogia anche l’Inghilterra. “Conosco Capello ed è un grande tecnico. L’Inghilterra ha un’ottima squadra, tanti giocatori di qualità e Rooney è molto pericoloso”. Poi aggiunge: “Ci sono tanti giocatori, come Eto’o, Rooney, Pirlo, Xavi, Messi, Robinho, Cristiano Ronaldo e altri ancora, che possono risolvere da soli una partita. Ma Rooney senza dubbio può essere il miglior giocatore del Mondiale”.

Pelé fa poi un’analisi del calcio moderno, in cui i calciatori-bandiera sono sempre più rari: “Tanti giocatori non giocano per passione. E’ normale vedere calciatori che indossano per sei mesi, a volte anche solo per tre mesi, la maglia di una squadra e poi cambiare. Lo fanno per soldi”, è la sua riflessione. “Cambiano squadra e alla presentazione dicono: ‘Amo il Real Madrid’. Poi due mesi dopo si trasferiscono all’Arsenal o al Manchester United e quando vengono di nuovo presentati dicono: ‘Amo questo club’.

Questa è la grande vergogna del calcio di oggi”. Nella sua carriera da calciatore, Pelé indossò la maglia del Santos per 18 anni e rifiutò diverse offerte dai club europei prima di chiudere col calcio giocato nelle file dei Cosmos di New York. “Sono rimasto per 18 anni nel Santos perché il calcio per me era passione. Ebbi la possibilità di andare in Italia, in Spagna, ovunque. Ma io amavo il Santos. Oggi, sfortunatamente, i giocatori hanno tante offerte e si spostano per soldi”, conclude Pelé.

Fonte: Adnkronos10 giugno 2010

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: