Il G8 de L’Aquila per l’Africa

Manuale DipartimentoAQUILA.inddI capi di stato e di governo dei paesi G8, il Presidente della Commissione Europea, i capi di stato e di governo di algeria, Egitto, Nigeria, Senegal, Sud Africa, Angola (come inviato speciale della Presidenza), il Presidente di turno dell’Unione Africana (il Leader della Libia), il Presidente della Commissione dell’Unione Africana, Il Presidente dei capi di stato e di governo del Comitato di Attuazione del Nuovo Partenariato per lo Sviluppo dell’africa (NEPAD) (Il Primo Ministro dell?Etiopia) si sono incontrati a L’Aquila il 10 luglio 2009, durante il Segmento africa del vertice G8.

I Leaders si sono trovati in accordo sul fatto che la crisi economica e finanziaria sta colpendo duramente i più poveri e rischia di inficiare il progresso fatto nel campo della salute, l’eradicazione della fame e della povertà. I Leader hanno sottolineato il bisogno di attivarsi rapidamente per permettere il rilancio della crescita ed attuare misure adeguate per proteggere i più vulnerabili.

Hanno discusso gli impatti del cambiamento climatico sull’Africa e hanno richiamato l’importanza di manetenere la copertura forestale, specialmente nella regione del Bacino del Congo, e di discutere la questione dell’accesso all’energia.

Hanno riaffermato il loro impegno alla promozione della pace e della sicurezza. In questo ambito, hanno acconsentito a mantenere sforzi collettivi per combattere più efficacemente tutte le forme di criminalità e di crimine organizzato, inclusa la pirateria al largo delle coste dell’Africa Orientale, il narcotraffico lungo le coste dell’Africa Occidentale, il riciclaggio di denaro ed il terrorismo in tutte le sue ramificazioni.G8 – Africa

I partner G8 e africani, in risposta all’appello reciproco per migliorare il lavoro congiunto su acqua e igiene, lanciato in occasione dei veritici dei G8 e dell’Unione Africana nel 2008, hanno rilasciato per la prima volta una dichiarazione congiunta per espiremere la propria determinazione a costituire un partenariato più forte per sostenere piani nazionali per il miglioramento dell’accesso all’acqua e dell’igiene in Africa.

Infine, preoccupati per il perdurare della mancanza di investimenti nell’agricoltura e nella sicurezza alimentare, nelle tendenze dei prezzi e della crisi economica, hanno riconosciuto l’importanza di rilasciare, insieme ad altri paesi presenti a L’Aquila, una dichiarazione congiunta sulla sicurezza alimentare e di sostenere il Programma per lo sviluppo dell’Agricoltura Africana (CAADP).

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: