Il Mozambico finalmente un paese unito: inaugurato il ponte sullo Zambesi

ponteCostato circa 78,6 milioni di euro e realizzato in poco più di tre anni, anche grazie al contributo finanziario della Cooperazione Italiana, il ponte che collega le due rive opposte dello Zambesi costituisce molto più che una mirabile opera di ingegneria civile. E’ la realizzazione del sogno di una generazione, il compimento di un percorso di crescita e ricostruzione post-conflitto intrapreso sin dalla firma degli accordi di pace, firmati a Roma nel 1992.

Le file chilometriche di autotreni in attesa di imbarcarsi sul traghetto che fino a ieri costituiva l’unico mezzo di collegamento fra le sponde opposte dello Zambesi  saranno ben presto un lontano ricordo. A partire da oggi il grande fiume che separa le province settentrionali più povere dal sud maggiormente sviluppato non costituisce più un freno al progresso economico e alla circolazione di merci.

Hanno partecipato all’inaugurazione più di 50,000 persone, comprese le maggiori cariche dello stato fra le quali il presidente della Repubblica Mozambicana, Armando Emílio Guebuza, al quale il ponte è stato intitolato.

Presente anche Simone Santi, recentemente nominato Console Onorario del Mozambico in Italia, il quale ci aiuta a comprendere la portata storica dell’evento. 

 

Dottor Santi, a suo giudizio quali saranno i settori economici che trarranno dal ponte i maggiori benefici?

Sarà un vantaggio per tutti i settori produttivi, specialmente per quelli agricolo ed energetico, inteso sia come tradizionale comparto degli idrocarburi, sia quello orientato alla produzione di biocombustibili. E naturalmente anche il turismo potrà avvalersene. Da oggi, sarà semplicemente molto più semplice trasportare prodotti finiti, commodities, attrezzature e persone da un capo all’altro del paese, dal porto di Maputo sino ai confini con la Tanzania.

I grandi gruppi stranieri, ed in particolare italiani saranno maggiormente incentivati ad investire in Mozambico?

CMC, API, Gruppo SFIR hanno già fatto intrapreso questa strada e il ponte sullo Zambesi è la dimostrazione che scommettere sul Mozambico si è rivelata una scelta vincente. Il volume di scambi fra i due paesi è in crescita e in futuro investire in Mozambico sarà ancora più vantaggioso. I recenti accordi di cooperazione bilaterale sottoscritti fra associazioni di imprenditori dei due paesi e la crescente partecipazione delle imprese italiane alla Fiera Internazionale di Maputo – FACIM – costituiscono un importante segnale del crescente interesse che il Mozambico suscita in Italia.

Il ponte farà veramente la differenza per il paese? 

La costruzione del ponte sullo Zambesi aiuta a colmare uno dei suoi più grandi deficit infrastrutturali. La Strada Nazionale 1, ovvero la principale via di transito nord-sud, può dirsi ultimata soltanto oggi. Grazie al ponte sullo Zambesi il Mozambico ha una marcia in più per affrontare le sfide del ventunesimo secolo.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: